Fungo Epigeo




Copyright & Limiti di Utilizzo & Privacy
Copyright © 2015-2025 by "S.I.S"  ·  All Rights reserved  ·  www.fungoepigeo.eu
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
La determinazione del fungo e la sua commestibilità vanno affidati a micologi certificati, nei centri di controllo degli enti sanitari (ASL). Informazioni errate o incomplete potrebbero recare danno con intossicazioni o avvelenamenti addirittura mortali.
Non azzardare il consumo di funghi, potresti mettere a repentaglio la salute e persino la vita tua e dei tuoi commensali.
CAPPELLO 50-150 mm, emisferico, convesso; mai appianato, umbonato, la cuticola rotta in nette squame concentriche trapezoidali di colore bruno grigiastro, annerenti; su un fondo leggermente fibrilloso grigio cenere, crema grigiastro chiaro con il centro leggermente più scuro, bruno-nero, il margine molto involuto per lungo tempo e irresolarmente ondulato-lobato, l'orlo debordante, con squamette grigiastro pallido talvolta con riflessi grigio cenere areentato.
LAMELLE adnate, smarginate, abbastanza fitte, spesso forcate al gambo; spesse, bianco con riflessi azzurrini, poi giallastre con riflessi verde chiaro, spesso con goccioline incolori.
GAMBO 40-90 x 10-30 mm, da cilindrico a clavato o anche fusiforme; abbastanza tozzo, pieno, vellutato od ornato da fibrille longitudinali bruno rosato chiaro su fondo bianco oppure punteggiato-squamuloso e con aspetto untuoso al tocco soprattutto verso la base, poi concolore al cappello, imbrunente leggermente al tocco, con goccioline incolori.
CARNE spessa al centro del cappello, biancastra o grigio chiaro sotto la cuticola; leggermente rosata alla base del gambo con odore di farina e sapore dolce; farinoso.
MICROSCOPIA spore largamente ellissoidali; ialine, guttulate, 9,0-11,0 x 5,5-7,0 µm. Basidi dacati, tetrasporici. Epicute costituita da ife parallele, intrecciate, più o meno erette.
HABITAT specie ubiquitaria; si presenta in piccoli gruppi dall'estate; non molto comune.
NOTE - Specie tossica, da non confondere con altri Tricholoma a cappello grigio, in particolare con quelli del gruppo Terreum, dai quali si differenzia per le lamelle bianco-glauche, per l'odore e il sapore farinosi; per il gambo massiccio; clavato, per il cappello piuttosto carnoso, quasi mai appianato; con cuticola generalmente, ma non sempre, decorata da squame trapezioidali.