Fungo Epigeo




Copyright & Limiti di Utilizzo & Privacy
Copyright © 2015-2025 by "S.I.S"  ·  All Rights reserved  ·  www.fungoepigeo.eu
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
La determinazione del fungo e la sua commestibilità vanno affidati a micologi certificati, nei centri di controllo degli enti sanitari (ASL). Informazioni errate o incomplete potrebbero recare danno con intossicazioni o avvelenamenti addirittura mortali.
Non azzardare il consumo di funghi, potresti mettere a repentaglio la salute e persino la vita tua e dei tuoi commensali.
CAPPELLO 50-125 mm, dapprima convesso, poi ottusamente conico ed infine appianato, talora con largo umbone, margine involuto, talora un po' intaccato, a lungo incurvato verso il basso, tardivamente disteso, sinuato-ondulato, superficie liscia opaca, un po' untuosa a tempo umido, di colore violetto, lilla, bluastro, tendente a divenire bruno fulvo soprattutto verso il centro del cappello, decolorante all'ocraceo-viola o ocraceo-rosato con l'invecchiamento.
LAMELLE adnato-uncinate o appena decorrenti, fitte e con molte lamellule, larghe, di colore grigio-lilla lilla bluastre, poi con tonalità brunastre.
GAMBO 50 -90 x 15-30 mm, cilindrico o ingrossato verso la base, clavato, talora bulboso, base ricca di residui miceliari che tipicamene ingloba il substrato quando il carpoforo viene raccolto, fibroso ed elastico, di colore lilla, lilla-grigio-violetto, violetto, ricoperto da una pruina bianca specialmente alla sommità. CARNE soda, presto molle e un po' acquosa, di colore grigio chiaro, con tonalità violacee, odore caratterstico forte, aromatico, piccante, indefinibile.
MICROSCOPIA spore ellissoidali, leggermente verrucose, di dimensioni 7-8,5 x 3,5-5 µm, in massa rosa salmone.
HABITAT ubiquitario, su substrato ricco di humus vegetale, a gruppi numerosi, spesso in linee o cerchi, dall'autunno all'inverno, talvolta anche in primavera.
NOTE - È un commestibile ricercato, dal sapore un po' aromatico. Si può confondere con L. sordida, dal portamento più esile e dal colore solitamente più intenso e "sporco", sul viola-grigio scuro. E stata anche descritta una L. nuda var. lilacea, dai colori violetti intensi in tutte le sue parti e di taglia minore. L. glaucocana presenta un cappello molto più pallido, tendente al lilla-grigiastro, ed ha un odore più debole e meno gradevole. L. personata assomiglia molto a L. aaua'a, ma combina un cappello caffellatte grigiastro con un bel gambo violetto. Alcuni altri funghi possono presentare una generale colorazione blu-violetta (Cortinarius violaceus ed Entoloraaa bloxamii) ma presentano differenti caratteri generici.