Robert Gordon Wasson (22 settembre 1898 - 23 dicembre 1986) è stato un autore , Etnomicologo , e vice presidente della JP Morgan & Co. Nel corso della ricerca indipendente, ha contribuito al campi di Etnobotanica , Botanica e antropologia. Molti dei suoi libri sono stati auto-pubblicati e illustrati, edizioni limitate e non sono mai state ristampate. Gli studi di Wasson in Etnomicologia iniziarono durante il suo viaggio di nozze 1927 alle Catskill Mountains , quando la sua sposa, Valentina Pavlovna Guercken (1901-1958), una pediatra , per caso raccolse alcuni funghi locali da mangiare. Affascinato dalla marcata differenza di atteggiamenti culturali verso il fungo in Russia rispetto agli Stati Uniti , la coppia ha iniziato la ricerca sul campo che portò alla pubblicazione di "Funghi, la Russia e la Storia" nel 1957. Durante il corso delle loro indagini hanno montato spedizioni in Messico per studiare la religione, l'uso dei funghi da parte della popolazione nativa, diventando così, i primi occidentali a partecipare ad un rituale con i funghi chiamato Mazateca. Nel maggio del 1957 hanno pubblicato un articolo di giornale dal titolo "Cerco il Magic Mushroom", mettendo per la prima volta, un vasto pubblico, a conoscenza dell'esistenza di funghi con proprietà psicoattive. Insieme, Wasson e il botanico Roger Heim, raccolte e individuate diverse specie di famiglie Strophariaceae e genere Psilocybe, mentre Albert Hofmann, utilizzando materiale cresciuto di Heim in campioni raccolti da Wasson, identificata la struttura chimica del principio attivo del composto, Psilocibina e la Psilocina. Hofmann e Wasson sono stati anche tra i primi occidentali a raccogliere esemplari di allucinogeno Mazateca, Salvia Divinorum, questi campioni sono stati poi utilizzati per un rigoroso studio scientifico e di classificazione tassonomica. Due specie di fungo, la Psilocybe Wassonii Heim e la Psilocybe Wassonorum Guzman, sono state nominate così in onore di Wasson,  Heim e Gastón Guzmán, l'ultimo dei quali Wasson ha incontrato durante la sua ultima spedizione in Huautla de Jiménez nel 1957. Di grande contributo per Wasson fù lo studio di un incidente, Veda Soma, dove molte persone rimasero intossicate da funghi psicoattivi, Fly Agarico (Amanita Muscaria). Da quel momento la sua attenzione si è rivolta ai "Misteri Eleusini", la cerimonia di iniziazione del culto greco di Demetra e Persefone. In The Road to Eleusis: Svelare il segreto dei Misteri (1978), co-autore con Albert Hofmann e Carl AP Ruck , è stato proposto che la pozione speciale "kykeon", un importante componente della cerimonia, conteneva sostanze psicoattive: ergolina, alcaloidi del fungo della segale cornuta (Claviceps spp.).
Nel suo diario, Wasson annota così le esperienze divinatorie, dopo aver ingerito alcune paia di funghi:
"Le visioni non erano offuscate o incerte. Erano dettagliatissime e chiare, i contorni ed i colori erano perfetti, mai nella mia vita avevo visto qualcosa di più reale. Sentivo che in quel momento stavo vedendo le cose nel modo giusto, mentre la visione ordinaria era limitata e imperfetta; stavo vedendo gli archetipi, le idee platoniche che stanno nascoste dietro le immagini quotidiane."

"Uno degli effetti del fungo è quello di portare ad una separazione dello spirito, una divisione della persona, un tipo di schizofrenia con la parte razionale che continua a ragionare mentre osserva le sensazioni che l'altra parte sta assaporando."

"Le visioni che abbiamo avuto, certamente venivano da dentro di noi. Ma non ricordavano nulla che si potesse collegare a qualcosa che potevamo aver visto con i nostri occhi. Da qualche parte dentro di noi esiste un ripostiglio dove queste visioni dormono sino a quando non le chiamiamo."
Per Wasson non si tratta di una realtà separata, diversa da quella in cui viviamo normalmente (come sarà invece per Castaneda 1968), ma i funghi risvegliano qualcosa nel nostro subconscio di cui non abbiamo nessun ricordo e nessuna familiarità. Dieci anni più tardi Timothy Leary andrà più oltre, affermando che nel nostro DNA si trovano le tracce di tutto il nostro passato evolutivo e che attraverso le sostanze psichedeliche si può tornare a ritroso nel passato dell'umanità, fino alla creazione stessa.
Alla fine degli anni Sessanta (1968) è uscito un altro libro in cui sono descritte esperienze con i funghi magici messicani e con altre sostanza psicotrope naturali come il Peyote e la Datura. Il libro ha per titolo "A scuola dello stregone" ed e' per l'Occidente il vero momento di apertura ad un universo sconosciuto, ancora da esplorare. L’autore, Carlos Castaneda, è lui stesso una figura molto ambigua e sfuggente, tanto che molti suppongono, come per Omero, che non sia mai esistito (di Castaneda non esiste nessuna foto). Persino la sua morte, avvenuta nel 1998, è rimasta nel più completo mistero: la società ne ha preso atto un mese dopo il decesso e nessuno sa ancora come e dove questo sia avvenuto.
Egli parla di "stati di realtà non ordinaria" e di "una realtà separata". Seguendo gli insegnamenti del maestro Don Juan egli definisce "reali" tanto il sogno quanto la veglia, tanto le visioni che si hanno dopo l'assunzione di sostanze psicotrope quanto ciò che vediamo negli stati di "sobrietà'". In futuro gli altri ricercatori non dubiteranno più della realtà delle visioni e della convivenza di realtà parallele simultaneamente su livelli diversi. Ma prima di questi due esploratori psichici tutto ciò era completamente sconosciuto all'uomo occidentale, e lo stesso Castaneda nei primi anni di apprendistato non riusciva a capacitarsi di queste credenze, tanto da dubitare persino delle sue stesse esperienze personali. Wasson invece, rimase coerente al suo passato accademico e alla cultura dominante in Occidente che il tutto era già dentro di noi.



Psilocybe
Fonte:   Wikipedia
Robert Gordon Wasson (1898 - 1986)
ROBERT GORDON WASSON
Amanita muscaria